Ballabio Itlug 2013: la LEGO funivia dello Stanserhorn

L’ottava edizione di ItLUG Ballabio 2013 organizzata dall’associazione ItLUG appassionati lego e il Comune di Ballabio, ha visto la partecipazione di 111 espositori provenienti da tutta Europa. L’esposizione di creazioni lego è stata l’attrazione principale, la magia dei LEGO ha colpito ancora.

Questa ottava edizione è stata arricchita dalla presenza del LEGO Designer Maarten Simons, autore della linea lego cars e lego tartarughe ninja che ha illustrato tecniche e segreti delle sue performance con i mattoncini lego. Tra le opere esposte una delle attrattive principali è stata la riproduzione della funivia dello Stanserhorn, nei pressi di Lucerna, uno dei luoghi panoramici più belli e romantici della Svizzera, inaugurata l’anno scorso e fedelmente riprodotta, con circa 3000 mattoncini, quasi un anno di lavoro.

Il modello lego è stato realizzato molto somigliante alla funivia svizzera in ogni dettaglio, dalle funi traenti, alle cabine a due piani, esattamente come nell’impianto reale. La spettacolare creazione è stata fatta con mattoncini trasparenti e la tecnologia usata ha reso quest’opera una delle più grandi e apprezzate attrazioni di questa edizione.

Molte le attività e le attrazioni con numerose aree di gioco per adulti e bambini e, oltre al lego designer, Maarten Simons, già citato, era presente Luca Rusconi, il famoso autore di lego auto da F1 e Stefano Ferrari, dell’Università di Milano per la robotica. Il concorso Mattoncinando ha avuto un grande successo e molti sono stati i partecipanti, tutti bambini di scuole elementari e medie che precedentemente si erano iscritti attraverso il web.

Infine, un altro successo perché una novità dell’edizione 2013, è stato il museo vintage, con la storia dei mattoncini lego dalle origini comprese le numerose curiosità che li accompagnano. Insomma, gli eventi Lego attirano sempre un pubblico numeroso e affezionato e non smettono di sorprenderci per il loro fermento creativo che li caratterizza dalla nascita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su