Giocare ai Lego migliora l’apprendimento visuo-spaziale

Giocare con le costruzioni, come quelle dei Lego, permette e aiuta i bambini a lavorare sulle loro percezioni visuo-spaziali ed a sviluppare una mente scientifica a detta di uno studio statunitense, pubblicato sulla rivista Child Development.

Giocare con i mattoncini LEGO può, dunque, rappresentare una modalità di apprendimento molto utile, in particolare per i bambini provenienti da classi sociali svantaggiate.

Lo studio è stato condotto su 102 bambini di 3 anni di età di diversi livelli socio-economici e soprattutto testati sulla loro capacità di comprendere il meccanismo di incastro dei mattoncini. La ricerca rileva che i migliori in questa prova e più in generale al gioco delle costruzioni sono anche i più bravi in matematica.

Le abilità matematiche sono state valutate usando test da semplici operazioni di calcolo come l’addizione e la sottrazione. Lo studio rileva, inoltre, che a tre anni, i bambini di famiglie a basso reddito sono indietro sulle abilità spaziali e spiega il ritardo con il minore accesso a questo tipo di giochi, puzzle e altri giocattoli in grado di favorire lo sviluppo di queste competenze.

Gli autori raccomandano, quindi, di facilitare l’accesso e la manipolazione di questi giochi in età prescolare per promuovere lo sviluppo di tali competenze che potrà così avere effetti a lungo termine sui risultati scolastici. Insomma, i Lego non sono solo costruzioni.

I famosi mattoncini colorati rappresentano un veicolo fondamentale per l’apprendimento nei bambini e se finora l’avevamo soltanto immaginato, adesso con i risultati di questo studio possiamo esserne certi. Pperciò, vale sempre la pena di acquistarli e/o regalarli!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su