Lego, il marchio danese conosciuto nel mondo

I lego, i famosi mattoncini assemblabili, sono un marchio danese, conosciuto a livello internazionale. La parola “lego”, da “leg godt” significa gioca bene ed è un passatempo dedicato a tutti, nessuno escluso, piccoli e grandi e oggi perfino programmabile col computer con numerose funzioni personalizzabili. I mattoncini lego hanno ricevuto numerose riconoscenze e oggi sono esposti al Museum of Modern Art di New York.

La passione per i lego si è diffusa anche nel mondo dell’arte, hanno, infatti, ispirato moltissimi artisti, che hanno creato opere uniche e straordinarie. Una di queste appartiene dall’artista italiano Stefano Bolcato, un artista fuori da ogni classificazione che con i mattoncini lego è riuscito a presentare tematiche di cronaca, come l’operaio interpretato da un omino Lego a protestare in piazza per far conoscere al mondo i tantissimi disagi della nostra società.

Noi siamo tutti figli di lego, chi non ha mai giocato con i mattoncini? Solo a pensarli torniamo bambini, a quando con la costruzione stavamo intere giornate a giocare. Tutti hanno adorato i mattoncini e il loro mondo meraviglioso. Recentemente il lego sono stati applicati anche ai videogiochi e film come i lego de Il Signore degli Anelli o lego Pirati dei Caraibi.

I lego sono da sempre sinonimo di giocattolo e negli anni settanta e ottanta il servizio clienti della lego esortava a chiamarli mattoncini lego o giocattoli lego e non semplicemente i lego. Questo per proteggere il marchio nel mondo. I mattoncini lego sono stati commercializzati in migliaia di confezioni tematiche dallo spazio, ai robot o dai castelli medievali a città, paesi, di villeggiatura, più western, navi, macchine da corsa, treni e molto altro ancora. Uno dei più grandi set di lego è la Tour Eiffel realizzata in 3428 pezzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su